Omelie e discorsi8 aprile 2020 Letto 361 volte
Omelie e discorsi22 dicembre 2019 Letto 258 volte
Omelie e discorsi24 aprile 2019 Letto 425 volte
Pubblichiamo il messaggio augurale per la Pasqua di quest'anno che il vescovo Antonello ha pubblicato nell'ultimo numero del mensile diocesano L'Ogliastra. Sono parole che risuonano anche come un invito a vivere il tempo pasquale con atteggiamenti che aiutino a riscoprire la presenza del Risorto...
Omelie e discorsi21 dicembre 2018 Letto 472 volte
Pubblichiamo il messaggio che il vescovo Antonello ha scritto per il mensile diocesano L'Ogliastra in occasione del Natale 2018. Anche dal titolo: "Il Natale che vorrei", emerge il desiderio di una festività che ci riporti all'essenziale, quella di ritrovarci, nessuno escluso, accanto a Gesù, in un ideale presepio in cui ciascuno trova il suo posto e quello di Dio nella sua vita...
Omelie e discorsi30 marzo 2018 Letto 896 volte
.
Omelie e discorsi21 dicembre 2017 Letto 1066 volte
Il Natale di Gesù, ogni anno, ci offre la possibilità di recuperare l’autentico senso della vita. Con la sua nascita Dio si fa piccolo, entra come uomo nell’esistenza di tutti e dimostra che non vuole stare “sopra di noi” ma “dentro” la nostra storia. Da quel momento e per sempre, grazie a lui posso ricostruire la mia vita, coltivare i sogni più belli, perché la sua nascita diventa...
Omelie e discorsi14 aprile 2017 Letto 1344 volte
Tre giorni per il pianto. Non di più. È uno dei momenti più movimentati dei Vangeli, la corsa - col cuore in gola - di un giovane e di un anziano che, senza dirsi nulla, si fiondano al sepolcro pensando: «No, non ci posso credere. Non può finire così». Maria di Magdala li aveva avvertiti: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!», ed ora Giovanni e ...
Omelie e discorsi24 dicembre 2016 Letto 1579 volte
"Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio". Un’affermazione che ascolteremo la notte di Natale, quasi a ricordarci che la nascita del Salvatore è anche una questione di sguardi e di orizzonti che si dischiudono. Il profeta Isaia scrive queste parole quando attorno a lui lo scenario appare desolante, pieno solo di macerie, eppure sa profetizzare per Gerusalemme un giorno ...