Forania di Jerzu

VILLAPUTZU - Santa Maria

Comune:
VILLAPUTZU
Indirizzo:
Via Santa Maria

Il rione di Santa Maria sorse nella seconda metà del sec.XX, a est di Villaputzu, accanto al luogo presunto della antica città punico-romana di Sarcopos. Un’antica chiesa era ricordata dal toponimo “Cuccuru de Santa Maria”. La parrocchia fu istituita nel 1998, e la chiesa costruita nel 2001, su progetto dell’Ing. Guido Cocco di Cagliari.

Parroco:
Amministratore parrocchiale Don Franco Serrau (dal 2015)
Indirizzo del parroco :
Via dei Glicini - 09040 VILLAPUTZU

VILLAPUTZU - San Giorgio Martire

Comune:
VILLAPUTZU
Abitanti:
4811
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Il territorio è ricco di vestigie nuragiche, puniche e romane. Si addita una collinetta (Su Cuccuru del Santa Maria) sotto cui sarebbero rovine della città punico-romana di Sarcopos, citata dalle antiche fonti classiche. Il paese soffrì per le incursioni barbaresche nei secoli VIII-XVII. Fu in dominio di Genova che vi costruì le chiese di San Giorgio Martire e Santa Caterina d’Alessandria e diPisa. Dell’età giudicale restano i ruderi del Castello di Quirra, passato poi ai Carroz, feudatari degli Aragonesi. Il documento più antico è del 1120, un atto di permuta tra il giudice di Cagliari e il Duomo di Genova. Viene chiamato Villa Pupus, nel registro delle tasse agli aragonesi, del 1358. La chiesa parrocchiale antica, era dedicata a S. Giorgio martire, è oggi in rovina. L’attuale è dedicataa S.Caterina d’Alessandria, risale al sec. XVIII. L’altare marmoreo è del 1766.

Parroco:
Don Franco Serrau (dal 2015)
Indirizzo del parroco :
Via Repubblica 5 - 09040 VILLAPUTZU

ULASSAI - Sant’Antioco martire

Comune:
ULASSAI
Abitanti:
1518
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Il territorio fu abitato da epoche molto antiche, già in epoca nuragica, romana e bizantina. Il primo documento scritto risale al 1217, un atto di donazione a S. Giorgio di Suelli di vari beni, fatta dalla giudicessa di Cagliari Benedetta di Lacon. E’ presente anche nell’elenco delle tasse al Comine di pisa del 1316 e nelle Ratione decimarum, del 1341. L’antica chiesa parrocchiale (forse del 1503), fu demolita nel 1948, per edifcare l’attuale in stile neoromanico .

Parroco:
Don Roberto Corongiu (dal 2018)
Indirizzo del parroco :
Via Santa Croce - 08040 ULASSAI

TERTENIA - Beata Vergine Assunta

Comune:
TERTENIA
Abitanti:
3841
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Il territorio è ricco di siti preistorici, nuragici, punici e romani e si affaccia sul mare di Sarrala. Significative sono i resti della cultura bizantina, in romitori e chiese. Tra queste è ancora in uso quella di Santa Sofia. Sopravvisse alle lotte del passaggio dal dominio di Pisa ai giudicati e agli aragonesi che fecero scomparire altri centri, e soffrì per le incursioni barbaresche dal sec.XVI al XIX.Testimone resta la torre di S. Giovanni. La chiesa parrocchiale attuale, sostituì la precedente forse risalente al sec.XVI, fu costruita dal sacerdote artista terteniese Don Egidio Manca nel 1953, in nobili linee neoromaniche.

Parroco:
Don Battista Mura (dal 2015) - Diaconi permanenti: Gesualdo Puxeddu e Graziano Porcu
Indirizzo del parroco :
Via Chiesa 11 - 08047 TERTENIA

OSINI - Santa Susanna vergine e martire

Comune:
OSINI
Abitanti:
814
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Il paese conserva testimonianze nuragiche e romane, ed è citato nella “Legenda santissimi Georgii presulis suellensis” del 1117. Il Santo vi aprì una strada per collegare la valle del Pardu con i territorio di Seui. Il paese, colpito dall’alluvione del 1951, fu abbandonato e ricostruito in luogo più sicuro. Restano i ruderi del paese vecchio e la chiesa dedicata a S. Susanna, del secolo XVI,restaurata nel 2004. La chiesa di Osini nuovo, dedicata a S. Giuseppe, è degli anni ’60 del secolo XX, ristrutturata nel 2004.

Parroco:
Don Roberto Corongiu (dal 2020)
Indirizzo del parroco :
Piazza Europa 13 - 08040 OSINI

JERZU - Sant’Erasmo vescovo e martire

Comune:
JERZU
Abitanti:
3184
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Un documento del sec.XII, parla di un abitato situato in pianura, forse nella piana di Pelau, che poi si sarebbe trasferito al monte, come attestato dai registri delle rendite pisane nel 1316. La migrazione risalirebbe al periodo della guerra tra Pisa e i Visconti e della conquista aragonese. La chiesa di S. Erasmo risale agli anni ’50 del XX secolo costruita al posto della precedente del sec. XVII.Sull’altare maggiore una tela di D. Egidio Manca, raffigurante l’incoronaione della Vergine, degli anni ’50 del sec.XX.

Parroco:
Don Michele Loi (dal 2016)
Indirizzo del parroco :
Via Vittorio Emanuele 4 - 08044 JERZU

GAIRO - Sant’Elena Imperatrice

Comune:
GAIRO
Abitanti:
1485
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

Il territorio fu abitato in età antica. Lo testimoniano i molti siti archeologici di età nuragica e prenuragica. Il sito primitivo potè essere nella marina, dove è la chiesa della Madonna del Buon Cammino, da cui, forse nel secolo XIII, si trasferì al monte. La causa può ipotizzarsi nelle incursioni barbaresche, o nella guerra tra Pisa e i Visconti, o nella conquista aragonese. A questo periodorisalirebbero i due rioni e le due chiese di S.Elena e dello Spirito Santo. La prima fatiscente, fu ricostruita negli anni ’40 del sec.XX. Nel 1927, fu fondata la borgata di Gairo Taquisara. L’alluvione del 1951, rese insicuro il paese che dovette essere abbandonato. Gli abitanti in parte si trasferirono nel posto attuale, in parte diedero vita al paese di Cardedu. Oggi restano ancora importantirovine di Gairo Vecchio, tra cui la chiesa restaurata. Nel paese di Gairo Nuovo, la chiesa fu edificata nei primi anni’60.
Nel borgo di Gairo Taquisara, è la chiesa della Madonna degli Angeli, del sec. XX.

Parroco:
Amministratore parrocchiale: Don Roberto Corongiu (dal 2020) - Diacono permanente: Antonio Murino
Indirizzo del parroco :
Via Parrocchia - 08040 GAIRO

CARDEDU - San Paolo Apostolo

Comune:
CARDEDU
Abitanti:
1831
Indirizzo:
P.zza Chiesa, 1

L’abitato di Cardedu sorse in seguito all’alluvione del 1951 che colpì i paesi di Gairo e Osini rendendoli inabitabili a causa delle frane conseguenti. La parrocchia iniziò nel 1967. Il comune si rese indipendente da Gairo nel 1984. La chiesa dedicata a San Paolo Apostolo è del 1965, ampliata nel 2006.

Parroco:
Don Efisio Meloni (dal 2021) - Diacono permanente: Dino Pilia
Indirizzo del parroco :
Piazza Garibaldi - 08040 CARDEDU